martedì 16 ottobre 2012

CESTINO DI PIADINA ARABA FARCITA


Vi è mai capitato di andare in un posto e vedere un piatto che vi attiri a tal punto da restarne incantati o di cui  ne rimanete folgorati? Ebbene a me sì! un giorno mi recai con una vecchia amica alla carrefour, nel gironzolare i miei occhi si incantarono dinanzi un cestino farcito....incuriosita andai dalla commessa e le chiesi il prezzo di quella prelibatezza, beh quando mi disse l'importo ero così shoccata da dire no grazie! nel tornare a casa mi ripetevo che sarebbe stato una passeggiata nel riprodurlo....e...ahimè non fu così! un pò indignata, il giorno successivo ritornai alla carrefour e acquistai quel cestino (meno male che la commessa non fu la stessa ahahaha)...giunta a casa  letteralmente lo sezionai per capire di cosa fosse composto, ma tutti i miei esperimenti andarono in fumo...oh diventavano troppo morbidi oh troppo fragili ecc......alla fine nel ritornare per puro caso nuovamente e per il terzo giorno consecutivo in quel centro commerciale chiesi alla ragazza con la scusa di sapere gli ingredienti, la composizione di questo cestino, lei mi rispose che era una normale piadina cotta nel forno....ebbene tornai a casa felice di aver scoperto la borsa dell'acqua calda, ma nel tentare di riprodurre per l'ennesima volta questa ricetta ahimè, il risultato non era quello sperato! decisi di lasciare perdere...forse molti di voi diranno ma perché non era lo stesso farlo con la pasta per fare la pizza o il pane? oppure altro!? ebbene no! purtroppo il mio difetto più grande è la perfezione, quindi volevo quel cestino identico sia nel sapore che nella croccantezza...il giorno in cui ho preparato il kebab, nel preparare la piadina mi venne un'illuminazione........beh inutile dirvi che ho provato a rifare quel cestino......ebbene FINALMENTE CON SOMMO GIOIA E FELICITA' RIUSCI A REALIZZARE QUELLA TANTO SOSPIRATA RICETTA, quella sera la mia amica Grazia mi prese per pazza nel sentirmi gridare di gioia e felicità ehehehe...ora voglio condividerla con voi...è un cestino che si presta a qualsiasi ripieno anche umido, resta croccante e friabile nello stesso tempo, si può conservare ben chiuso per diversi giorni...

INGREDIENTI:
1/2 kg di farina ( io uso sempre la famiglia spadoni, in questo caso ho comprato quella ultra fine)
1 pizzico di sale
1 pizzico di zucchero
1 bustina di lievito per pane secco ( io uso quello della mastro fornaio)
1/4 di L di acqua tiepida più q.b.

PROCEDIMENTO:
Mescolate la farina con il lievito secco e lo zucchero, aggiungetevi il sale ed infine l'acqua tiepida q.b. ad ottenere un impasto morbido, elastico e ben asciutto...formate una palla e lasciate riposare mezz'ora max 1 ora...














Decorso il tempo stendete la pasta in tanti dischi sottili e fate lievitare ancora per un'altra ora, coperta tra due panni da cucina. Poco prima che il tempo di lievitazione finisca, accendete il forno a funzione ventilata a temperatura massima... 



A questo punto prendete lo stampo ungetelo un pochino, e ponetevi all'interno il disco di sfoglia ottenuto, bucherellate con i rebbi di una forchetta e infornate per un tempo min. di 7 min a un max di 10 min, deve colorirsi ma non troppo, sennò diventa duro...toglietelo dal forno e sfornate subito in modo che il vapore non ammorbidisca il cestino.Quando è ben freddo servitelo secondo i vostri gusti, è ottimo come piatto da portata come da foto.







ECCO LA VERSIONE MIGNON, IDEALI PER UNA SERATA TRA AMICI




8 commenti:

  1. soreee... che meraviglia! e chi ti ferma più?????

    RispondiElimina
  2. soreee... che meraviglia! e chi ti ferma più?????

    RispondiElimina
  3. Mmm davvero invitante :D BRAVISSIMA!!

    RispondiElimina
  4. ciaooooooooooo valeeeeeeeeeeeee ke bello vederti da queste parti! Grazie chissà quando capiterai quì te li faccio ok? tvb

    RispondiElimina
  5. soreeeeeeee hai capito bene ora come ora sono come la freccia rossa ma senza fermate ;)finalmente posso ritornare a dedicarmi alla mia passione.

    RispondiElimina
  6. me ne sono accorta... ahahhahahahaaahahaah!!!!

    RispondiElimina
  7. E' una bellissima idea ma non ho capito quando dici di stendere la sfoglia in tanti dischi sottili che vanno poi assemblati insieme? E quanti se ne devono fare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazieeeee effettivamente sono di effettooo :)...no non vanno assemblati insieme ...ma bisogna stendere e ricavare dall'impasto ottenuto in precedenza, tanti dischi più o meno uguali in base alle dimensioni che ti servono e poi ogni singolo disco va messo nello stampo...infatti vedi dalla foto che ci sono tanti stampi uguali al cui interno c'è solo una sfoglia...spero di essere stata chiara :-D, per qualsiasi altro problema sono quì.

      Elimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.