domenica 25 ottobre 2015

PIZZA VERSIONE LIEVITO DI BIRRA E POOLISH


Questa ricetta la dedico a due persone per me molto speciali, una è mia sorella Dalia, che adorooooooo....la quale con tanto amore mi ha inviato tanta ma tantissimaaaaaaaa farina che io amoooooo e l'altra invece è Sara, un'amica...una ragazza dolcissima e tanto e dico tanto brava oltre ad essere molto bella!!!...hanno sempre una parola di sostegno e di conforto e cercano di starmi accanto nei momenti più bui....questa ricetta nasce dalla poca tollerabilità verso la pizza, la causa secondo me è dovuta ad un'eccessiva quantità di lievito contenuto nell'impasto...per evitare fastidi come gonfiore e pesantezza soprattutto il giorno dopo,  ho voluto rifarla usando (invece del lievito madre che purtroppo non tutti hanno) questa volta pochissimo lievito e aumentando i tempi di lievitazione,..tenete presente che si possono aumentare tantissimo, Giovanna per esempio ha fatto maturare l'impasto in frigo fino a 30 ore!!! il che non è poco!!! ottenendo risultati strabiglianti!!! con questo sistema l'impasto risulta non solo essere più leggero ma decisamente anche più digeribile! cosa non da sottovalutare...ho provato a farla anche usando semplicemente della pasta di riporto di un pane ed il risultato è stato strepitoso...cercherò di postarvi la ricetta appena riesco...nel frattempo vi lascio agli ingredienti:

INGREDIENTI PER IL POOLISH:
125 g di farina 0
125 g di acqua tiepida
0,5 g di lievito di birra secco
1/2 cucchiaino di zucchero

INGREDIENTI PER L'IMPASTO:
500 g di farina 0
acqua tiepida q.b
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaino di malto (facoltativo..io me ne sono completamente dimenticato!!!) 

PROCEDIMENTO:

Per il poolish, io ho preparato il poolish il giorno prima di voler fare la pizza....nel primo pomeriggio...mescolate insieme acqua, lievito di birra, zucchero e farina...otterrete un composto abbastanza morbido, ponetelo dentro un vasetto grande tipo bormioli, chiudete il coperchio e ponete a lievitare...io avendo una casa fredda per ben 12 ore....
ecco come l'ho trovato la mattina alle 6...
preparate ora l'impasto: in una planetaria con il gancio ad uncino o a mano...ponete il poolish, aggiungetevi il malto e fatelo sciogliere, aggiungetevi la farina, e iniziate a impastare, aggiungendo poco alla volta acqua sufficiente ad ottenere un impasto abbastanza idratato, ma non troppo, dovrà essere morbido e leggermente appiccoso...

e per ultimo unite il sale e lasciate impastare per almeno 10 minuti o fino a quando sarà ben incordato....
fate la prova velatura...quando ci riuscirete, allora l'impasto è pronto....
prendetelo, con le mani ben infarinate, fate una veloce piega, pirlatelo e ponetelo a lievitare in un contenitore chiuso....a questo punto avrete due opzioni...1) o lo ponete in frigorifero a maturare come ha fatto Giovanna per 30 ore...oppure 2) lo lasciate lievitare a temperatura ambiente come ho fatto io...per quasi 11 ore! ... se voi decideste di porlo in frigorifero...ricordatevi di togliere l'impasto dal frigo  la mattina se vorrete preparare la pizza la sera.....torniamo alla ricetta....
nel caso dell'opzione 1) ponetelo a lievitare a T.a. (temperatura ambiente)....
ecco come si presenta dopo quasi 11 ore....prendete l'impasto....dividetelo in pezzature dal peso di circa 180 g caduna...(peso datomi da mio cugino Marco...dice che ogni pallina deve avere un peso di circa 180 g max 200 g).... 
fate una piccola piega a fazzoletto e pirlate...ponete le vostre palline a lievitare su un vassoio ben infarinato, procedete in questo modo fino ad aver terminato tutte le pezzature, e ponetele a lievitare in luogo caldo per almeno 1 ora....
a questo punto...accendete il pizza express o il forno.....e procedete alla formazione della base della pizza.... vi copio quì il passo passo di come mi ha insegnato mio cugino Marco (è un pizzaiolo) e vi lascio anche il link qui sempre del passo passo e della versione con lievito naturale...
 ho messo sul piano di marmo  una pallina e con con delicatezza con il palmo della mano schiaccio in modo da poter creare il primo bordo...proseguo con le dita delle mani per poter allargare la pallina ...spero che le foto vi chiariscano meglio il procedimento...  
  
a questo punto con  entrambe le mani cercheremo di allungare la pasta dapprima allargandola con le 2 mani che vanno in senso opposto e poi con movimento rotatorio le daremo la classica forma rotonda...con l'aiuto delle manine di Christian capirete cosa intendo dire... la mano sinistra tira delicatamente verso sx e la destra verso dx... tutto questo simultaneamente.....
Condite la base con 1 cucchiaio di sugo..per cucchiaio intendo dire questo che vedete in foto... mozzarella e un filo di olio...oppure a gusti a piacere...

fatela cuocere per pochi minuti o con l'aiuto del ferrari oppure in forno sulla pietra refrattaria o con una teglia possibilmente forata.....

eeee voilààààà...pronta...avete visto che bella alveolatura????e non solo ...vi garantisco che risulterà essere una pizza molto ma moltoooooooooo leggera...io la definirei anche se poco carino usare questo termine...pizza già digerita!!!


4 commenti:

  1. Grazie mille per le belle parole ...lo sai che ci sono sempre. ..comunque a giorni proverò a farlo anche io, visto che non mangio una pizza da mesi per via dell'intolleranza :-(

    Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Sara a te...vedrai che finalmente ritornerai a mangiare la pizza!!! per qualsiasi dubbio chiamami tranquillamente!!! un mega bacioneeeeeee

      Elimina
  2. grazie sore... sei strepitosa.... e unica.... ti voglio bene un mondo infinito.......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu lo sei sore....mi hai fatto un regalo bellissimooooooo...a me basta un regalo come il tuo da portarmi in paradiso!!! ti voglio tanto bene anch'iooooooooo

      Elimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.